Shimano utilizza alcuni cookie temporanei, che consentono di ricordare l’utente mentre naviga sul nostro sito Web. Consentiamo inoltre a terzi (in particolare a Google) di utilizzare sui nostri siti Web i cookie analitici (sia temporanei che permanenti) al fine di raccogliere informazioni aggregate relative alle parti del nostro sito visitate più di frequente e di tenere monitorate le nostre pubblicità. Proseguendo la navigazioni accetti l'utilizzo dei cookie.

OK

Pubblicato il 12-09-2013 in Eventi di pesca

Trofeo Rapala e Torfeo Shimano

Anche quest'estate Leonardo Guideri, titolare del negozio Shimano Shop Nautifish di Rosignano Solvay (LI), ha organizzato con grande successo il Trofeo Rapala. La gara, tenutasi nelle acque che bagnano il litorale Livornese, è stata affiancata quest'anno dal Trofeo Shimano. Leggiamo, attraverso le parole dello stesso Leonardo, un report su queste due manifestazioni:


"Come nel 2012 la prima gara, denominata TROFEO RAPALA, è stata caratterizzata da una buona partecipazione di concorrenti (18 imbarcazioni) con una media di 2/3 concorrenti per equipaggio.

Simpatica variante alla consueta monotonia delle gare di pesca dalla barca, la presenza a bordo di bambini e signore.
Per questa gara di traina costiera era tassativamente fatto obbligo di usare esclusivamente esche Rapala che, nonostante la non eccessiva abbondanza di pesce, hanno permesso di portare al peso un buon numero di catture.
A tutti gli equipaggi sono state date in dotazione al momento dell'iscrizione esche Rapala di vario tipo e misura gentilmente offerte dalla Shimano, distributore ufficiale per l'Italia di questo importante marchio.
Il particolare regolamento della gara prevedeva la validità solo delle prede con peso superiore ai 500 grammi.
Questa formula ha fatto sì che non tutti gli equipaggi entrassero in classifica, ma la qualità e la quantità del montepremi messo a disposizione da Shimano ha permesso di far sì che tutti i partecipanti potessero essere gratificati con un premio.
La gara è stata vinta dal Sig. Valerio Giannotti con la cattura di un importante barracuda; anche i secondi e terzi classificati ottengono il loro piazzamento grazie alla cattura di barracuda, divenuto ormai una specie dominante nei nostri mari.
Al quarto posto invece troviamo il primo dentice, catturato tra l'altro dall'equipaggio che imbarcava il concorrente più giovane (5 anni da compiere, ma figlio d'arte e già esperto di pesci, canne e mulinelli).
Ai primi tre classificati è stato fatto dono di una targa, mentre per mantenere vivo l'interesse di tutti i partecipanti e per evitare le furberie finalizzate ad accaparrarsi i premi di maggior valore, il resto del montepremi è stato distribuito tramite sorteggio tra tutti gli iscritti, indipendentemente dalla qualità e quantità della catture.
La gara, un po' al di fuori dei canoni tipici delle competizioni vere e proprie ma dal carattere più goliardico tipico di una battuta di pesca tra un gruppo di amici, ha avuto un buon successo non solo di partecipanti ma anche di spettatori, che si sono moltiplicati in occasione delle premiazioni e della premiazione finale culminata con un rinfresco affollatissimo.

[gallery type="slideshow" ids="3009,3010,3011,3012,3014,3015,3016"
La seconda gara, tenutasi il 25 agosto e denominata TROFEO SHIMANO non prevedeva obblighi di nessun tipo.
Gli equipaggi sono stati 16 ed i pesci pescati in questa occasione sono stati principalmente i serra.
Anche per questa gara sono stati distribuite targhe ai primi tre classificati e poi, premi per tutti.
I vincitori in questo caso sono stati i campioni locali Righi e Demi.
L'organizzazione aveva previsto una targa speciale per il miglior piazzamento nella sommatoria delle due competizioni.
Giannotti già vincitore del Trofeo Rapala, con il secondo piazzamento nel Trofeo Shimano si è aggiudicato la vittoria nella classifica unica.
Crediamo che l'introduzione di queste nuove formule, sia per quanto riguarda le modalità di premiazione, sia per il clima instauratosi, abbiano contribuito al buon risultato generale che sicuramente avrà accontentato sia i partecipanti che lo sponsor e gli organizzatori che faranno tesoro di questa esperienza per cercare di migliorare ancora in futuro.

Ultimo, ma non meno importante, un grande ringraziamento alla Sezione pesca sportiva del Circolo Nautico Foce Cecina per il prezioso contributo alla buona riuscita delle manifestazioni. Oltre ad aver messo a disposizione le targhe che hanno accompagnato i premi, la sala radio che ha mantenuto i collegamenti, il personale per la pesatura e le spese per il rinfresco finale, hanno messo in campo tutta la loro disponibilità e passione al servizio degli equipaggi e del pubblico."

Leonardo Guideri



Appuntamento dunque alla prossima estate con Rapala, Shimano e Nautifish!