Shimano utilizza alcuni cookie temporanei, che consentono di ricordare l’utente mentre naviga sul nostro sito Web. Consentiamo inoltre a terzi (in particolare a Google) di utilizzare sui nostri siti Web i cookie analitici (sia temporanei che permanenti) al fine di raccogliere informazioni aggregate relative alle parti del nostro sito visitate più di frequente e di tenere monitorate le nostre pubblicità. Proseguendo la navigazioni accetti l'utilizzo dei cookie.

OK

Pubblicato il 15-03-2019 in Prodotto

Talica 8

L'utilizzo dei multifibra è stata una vera rivoluzione nel mondo della pesca e nella traina ha letteralmente cambiato le regole del gioco.

Il poter pescare profondi con piombature piccole ha permesso l'alleggerimento di tutta l'attrezzatura, tutto a vantaggio della sensibilità in pesca e del divertimento.

I Talica sono mulinelli con una max drag ed una potenza incredibile rispetto alle loro dimensioni, studiati per chi ama pescare pesci grossi con attrezzatura leggera.

Oggi vi parlerò del piccolino della serie, quello che considero la macchina da dentici, il talica 8.

Come in tutta la serie il corpo è un robusto e rigido monoblocco di alluminio, questo elimina qualsiasi flessione e permette agli ingranaggi (in bronzo marino) di lavorare al meglio.

I materiali scelti, la frizione a tenuta stagna e i cuscinetti ar-b schermati rendono il talica un mulinello resistente alla salsedine e fatto per durare nel tempo.

La frizione è fatta da un generoso disco in carbonio, non si impunta e ha una curva di lavoro unica: incrementa il carico molto lentamente ai settaggi bassi per poi avere un aumento rapido: nella traina con il vivo questo è comodissimo, e possibile tarare la frizione al limite dello slittamento in modo da farla slittare alla minima tocca e chiuderla rapidamente al momento dello strike.

La leva della frizione ha una forma smussata molto ergonomica, non sono presenti pulsanti per passare dal free spool/strike/full ma le posizioni sono ben percepibili durante l'escursione della leva e sono date dal cambio di inclinazione della camma della frizione, in questo modo la guancia destra del mulinello risulta molto pulita e priva di appigli.

Il preset della frizione avviene tramite una rotella zigrinata posta alla base della leva stessa, permette di posizionare lo strike in una fascia di valori molto ampia, permettendo di utilizzare il talica con fili di libbraggi differenti.

trovo che questo mulinello si sposi perfettamente con tyrnos trolling lite,  lo abbino alla 6 lb quando cerco serra, barracuda e palamite e alla 12 quando traino a fondo per i dentici

 

 

[Articolo di Gianluca Aramini]

 

CONTENUTO ESLCUSIVO PER UTENTI REGISTRATI

__

Registrati o fai login per vedere il contenuto

Non sei ancora registrato? Registrati