Shimano utilizza alcuni cookie temporanei, che consentono di ricordare l’utente mentre naviga sul nostro sito Web. Consentiamo inoltre a terzi (in particolare a Google) di utilizzare sui nostri siti Web i cookie analitici (sia temporanei che permanenti) al fine di raccogliere informazioni aggregate relative alle parti del nostro sito visitate più di frequente e di tenere monitorate le nostre pubblicità. Proseguendo la navigazioni accetti l'utilizzo dei cookie.

OK

Pubblicato il 01-01-2016 in Magazine

A Babbo Natale Piace Lo Spinning: Skeleton Cup e Beneficenza in Calabria

A BABBO NATALE PIACE LO SPINNING!

Fin dalla sua nascita, la manifestazione di Spinning Inshore più famosa d’Italia - The Skeleton Cup - ha avuto come fondamento la raccolta di fondi per far beneficienza. Ai suoi ideatori è sembrato il minimo per ripagare la terra teatro del meeting, la Calabria, dando una mano ad enti benefici locali. Nelle 5 edizioni di Skeleton, l’organizzazione è riuscita, grazie alla presenza massiccia di partecipanti, a raccogliere migliaia di euro da destinare al sociale, quando per aiutare le famiglie più bisognose, quando per dare una mano a chi deve affrontare una vita di sacrifici per problemi di salute. Nel 2015 è stata l’Associazione “Sassolini”  (http://ass-sassolini.oneminutesite.it/ - https://www.facebook.com/Ass-Sassolini-140726929296726/?fref=ts) l’ente preposto a gestire il ricavato ottenuto dalle circa 80 iscrizioni registrate, per aiutare i bambini ricoverati nel reparto di ematologia oncologica dell’Ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro (il polo più importante della regione) e le rispettive famiglie. Così, in occasione della premiazione della V edizione della Skeleton Cup (avvenuta domenica 8 novembre) il presidente dell’Associazione Antonio Marasco e la Dott.ssa Ornella Procopio al momento del ritiro formale della quota ricavata, lanciano una proposta illuminante:  all’approssimarsi delle feste natalizie i bambini del polo oncologico “Ciaccio” avrebbero scritto una letterina a Babbo Natale ed una volta messe insieme le richieste in una lista, sarebbe stata l’organizzazione stessa della Skeleton ad essere coinvolta nell’acquisto e nella distribuzione dei regali! La somma ricavata sarebbe stata  quindi gestita insieme, nella più totale trasparenza, fino all’ultimo centesimo.

 

Giunto il momento degli acquisti, una storia ha spezzato il cuore di chi scrive e non solo, perché un ragazzino che avrebbe desiderato come regalo un video game per giocare con il fratellino, purtroppo è volato via una settimana prima della consegna dei doni: quel video game è stato donato al piccolo fratellino come ultimo regalo di chi resterà sempre nel cuore…

L’elfo verde di Babbo Natale (un po’ cresciuto e con la canna da pesca) ha fatto visita al reparto elargendo gioia ai bambini ospitati, con l’augurio di rendere meno duro il cammino difficile contro la malattia.

Una ultima considerazione: la beneficienza non deve essere ostentata, bensì deve essere promossa! I motivi sono molteplici: in primis per far conoscere delle realtà che lottano tutti i giorni e hanno continuamente bisogno di aiuto, poi per rendere partecipi tutti gli iscritti a manifestazioni simili che con il proprio aiuto rendono possibile tutto ciò, infine per dimostrare che la pesca, in fondo in fondo, può essere molto di più di una semplice passione. Grazie nuovamente ai partecipanti di The Skeleton Cup 2015 e a Shimano Italy Fishing per il contributo fondamentale per questa splendida inziativa.