Shimano utilizza alcuni cookie temporanei, che consentono di ricordare l’utente mentre naviga sul nostro sito Web. Consentiamo inoltre a terzi (in particolare a Google) di utilizzare sui nostri siti Web i cookie analitici (sia temporanei che permanenti) al fine di raccogliere informazioni aggregate relative alle parti del nostro sito visitate più di frequente e di tenere monitorate le nostre pubblicità. Proseguendo la navigazioni accetti l'utilizzo dei cookie.

OK

Pubblicato il 20-04-2012 in Prodotto

Speedmaster: qualcosa di Speciale!

Nella scorsa stagione Shimano ha introdotto un nuovo concetto di costruzione delle proprie canne da Spinning, chiamato Special Parabolic, e ribattezzato in questa stagione col nome Special Progressive sul modello Antares, a scanso di equivoci riguardo l'interpretazione della termine "Parabolic".

Le Speedmaster Parabolic sono caratterizzate da una azione rapida in punta, supportata da una grande potenza che si libera progressivamente sul fusto, fino ad arrivare all'impugnatura quando necessario, senza concedere al pesce un attimo di tregua.

Le Speedmaster Special Parabolic sono rifinite secondo standard molto elevati, con un fusto in carbonio XT 100 con l'aggiunta di Biofibre e tecnologia HPC. Dotate di anelli Fuji e dall'affidabilissima impugnatura in sughero Power Cork, queste canne sono disponibili in un'ampia scelta di lunghezze ed azioni che ti consentono di scegliere la più adatta alle tue esigenze di pesca.

 

Abbiamo chiesto a Francesco Capomassi di testare e commentare per noi queste canne, ecco le sue parole a riguardo:

"Come nella migliore tradizione della serie Speedmaster, anche questo modello offre un’eccellente flessibilità del fusto che si tramuta in una elevata sensibilità dell’azione tecnica. Le Speedmaster Special Parabolic, sono realizzate con un fusto in carbonio XT100 con Biofibra e tecnologia HPC; la canna è complessivamente molto leggera, dal diametro contenuto e soprattutto bilanciata; ciò che più esprime questa serie è la particolare “dolcezza” con cui segue e trasmette tutta l’azione di recupero dell’artificiale, evidenziando ogni piccola variazione nell’elemento liquido. La tenuta della preda è ineccepibile con un’azione della parte terminale che segue progressivamente la necessità di controllo, fino ai limiti con l’innesto del secondo elemento. Il lancio è ottimale ed efficace purché accompagnato con dovizia e senza eccedere nella frustata da imprimere."

 

Francesco Capomassi


 

Sei incuriosito e vuoi provare la Speedmaster Special Parabolic? Fai un salto in uno Shimano Shop e chiedi di Special!